Tequila KAH Reposado e Blanco

Una bottiglia che si ispira alle calaveras, i teschi decorati utilizzati durante la celebrazione del “Dia de Muertos”

“KAH” in lingua Maya significa “vita”; il Día de los Muertos (Giorno dei Morti), infatti, è una commemorazione delle vite vissute. Il festival di più giorni riunisce la famiglia e gli amici per pregare e ricordare coloro che hanno perso.

Le usanze si basano sulla convinzione che il lutto e la tristezza siano un insulto al defunto, e quindi le vite che hanno vissuto dovrebbero essere celebrate con il cibo, le bevande e le attività di cui hanno goduto.

Perché KAH è differente

Mentre la bottiglia cattura la celebrazione, la Tequila al suo interno è degna della cultura messicana.

Tutto il processo produttivo di questa tequila prodotta nella “Fabrica de Tequilas Finos”, ai piedi della collina di Tequila, segue la tradizione. È il risultato della distillazione di sola Agave Blu raccolta a mano, il succo viene fatto maturare per almeno due anni in botti di rovere americano, trasformandolo nelle vivaci espressioni Blanco e Reposado, e imbottigliato nelle caratteristiche bottiglie su misura decorate a mano che si rifanno alle Calaveras.

Reposado, la Diablada del Perù

Questo design ammaliante realizzato con passione e maestria raffigurante un diavolo sul capo della bottiglia prende spunto dalla cerimonia del Giorno dei Morti che si svolge solo in alcune parti del Perù, la Diablada. 

Vengono eseguite danze per il diavolo e si crede sia lui stesso a guidarle. Durante questo rituale per onorare il demonio, la tequila viene versata a terra come offerta per placarlo e proteggere le persone.

Note di degustazione

Corposo e viscoso con sapore intenso di agave e sentori di vaniglia e caramello.

Blanco, secondo il culto boliviano

Il design accattivante, unico in ogni suo pezzo, della bottiglia KAH Blanco si ispira alla tradizione boliviana della celebrazione del Giorno dei Morti in cui i veri teschi dei propri cari vengono conservati e portati fuori l’8 novembre di ogni anno. 

Dopo aver portato al cimitero, il teschio viene simbolicamente nutrito e gli viene data tequila, e a volte anche sigarette. I boliviani credono che questo atto commemori i defunti che, a loro volta, aiutano a proteggere i vivi dagli spiriti maligni.

Note di degustazione

Inizialmente dolce ma subito seguito da spezie pepate. Setoso e delicato, al palato si apre una bustina di spezie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Add to cart